campania turismo: info utili per organizzare la propria visita in campania felix
Trekking in Campania
Turismo News
turismo news
 
   

NEWS

Leggi tutte le News »
 

Comuni della Campania

 

Dove dormire in Campania

 

Dove mangiare in Campania

 

Servizi e aziende in Campania

 
 

Info turistiche Campania

 
 

Campania Turismo

       

Hotel la ninfa
Amalfi

Hotel Bellevue suite
Amalfi

Pompei
scavi

Trekking
in provincia di Salerno
trekking

       
       
Campania Turismo

Scegliere una provincia dalla cartina


È un portale che nasce con l’idea di fornire uno strumento moderno, aggiornato e dettagliato per la promozione dei siti turistici della Campania e, più in generale, del Sud Italia. Impresa non da poco, dal momento che nella nostra Regione è situato il 60% del patrimonio archeologico nazionale, oltre agli innumerevoli “giacimenti” ecologici, naturali ed enogastronomici.
Inseriti in quel circuito che una volta si chiamava “Grand Tour”, vi sono eccezionali siti archeologici, quali Pompei e Ercolano , che costituisce un unicum che tutto il mondo ammira, insieme ai Campi Flegrei, Paestum e Velia. La Reggia vanvitelliana di Caserta, con l’avveniristica filanda di S.Leucio e la maggiore industria metalmeccanica d’Italia a Pietrarsa per riscoprire la lungimiranza dei Borboni. La monumentale Certosa di S.Lorenzo a Padula.

Oltre ai siti archeologici la Campania dispone di Parchi Naturali e di Coste di eccezionale bellezza: La Costiera Amalfitana, con quella Sorrentina, e la Costa del Cilento, toccate da un mare limpidissimo e premiatissimo con svariate bandiere di vari colori.
I giacimenti enogastronomici sono essenzialmente localizzati nell’odierno Cilento, il territorio Cis Alentum dei Romani, che andava da Metaponto a Paestum al Monte Pollino e che costituiva l’antica Lucania. In questa zona felice, l’ecocompatibile naturale, le tradizioni e la cultura autenticamente contadina hanno preservato quella “way of life” che Ancel Keys ha studiato e poi denominata Dieta Mediterranea, ma che a giusto merito dovrebbe essere denominata Dieta Meridionale per la sua esatta collocazione. Alla sua base, infatti, oltre ai farinacei, troviamo i due prodotti-simbolo del Sud-Italia: Olio extra vergine di oliva e Vino, nelle sue più antiche espressioni, trasmesse a noi da una cinquantina di vitigni autoctoni, capeggiati da Aglianico, Fiano e Greco di Tufo.